Sicurezza

Valutazione rischio cancerogeno - Registro esposti


L’esposizione professionale a sostanze cancerogene e mutagene è spesso sottostimata. La gestione del rischio di dette sostanze è trattata nel D.Lgs. 81/2008, Titolo IX, Capo II.

Il processo di valutazione di questo importante rischio lavorativo deve iniziare da una corretta identificazione delle sostanze che sono classificate H340 (Può provocare alterazioni genetiche), H341 (Sospettato di provocare alterazioni genetiche), H350 (Può provocare il cancro), H351 (Sospettato di provocare il cancro) o dei processi presenti all’Allegato XLII.

I successivi passi da compiere consistono nella sostituzione, ove possibile, dell’agente cancerogeno o nel contenimento dell’esposizione dei lavoratori ai livelli più bassi possibili.

Nel caso l’esposizione non sia eliminabile, il datore di lavoro dovrà applicare quanto stabilito dal Capo II, tra cui si segnala l’obbligo di compilare e trasmettere all’organo di vigilanza il Registro degli Esposti a cancerogeni, con l’aiuto del Medico Competente.

La valutazione andrà aggiornata ogni tre anni o in caso di modifiche sostanziali delle condizioni di lavoro.

Condividi:

    Richiedi informazioni

    Compila il forma per richiedere più informazioni in merito al corso

2017 © Copyright  -  Asfaleia s.a.s - Informativa sulla privacy - Credits
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×